Convegno Coltiviamo la Biodiversità 2017, Pantalla di Todi, 17 novembre 2017, ore 8.30


Il convegno intende promuovere le attività in materia di Biodiversità agraria nell’ambito regionale, ribadendo l’importanza di questa tematica sia nel suo profilo culturale sia in quello scientifico ed economico. L’impegno della Regione Umbria in tal senso si concretizza attraverso due strumenti di lavoro: il Servizio di Salvaguardia della Biodiversità regionale di interesse agrario ed il Registro Regionale delle varietà e razze locali a rischio di erosione genetica.

Il primo si occupa degli aspetti legati alla ricerca, studio e conservazione delle risorse genetiche agrarie e del loro inserimento all’interno di un percorso di valorizzazione che prevede le Comunità locali come fulcro e centro di gravità delle iniziative. Il secondo costituisce lo strumento operativo di tutela a livello regionale e fornisce gli elementi conoscitivi di base per i futuri interventi di sviluppo in chiave locale.


Arricchiscono la giornata di lavoro argomenti legati alla Biodiversità agraria di respiro internazionale (le Case delle Sementi) e nazionale con la presentazione della recente pubblicazione dell’Atlante dei fruttiferi. Saranno inoltre affrontati temi di ricerca applicata alla conoscenza della biodiversità come l’analisi genetica e tematiche di attualità per lo sviluppo locale delle imprese agricole come il recupero di vecchie varietà di Frumento.
In occasione della giornata sarà possibile visitare il Campo Collezione regionale di varietà locali da frutto presente presso 3A-PTA; inoltre sarà appositamente allestita una mostra pomologica con alcune delle varietà locali recuperate sul territorio regionale insieme ad un breve percorso che accennerà alle vicende umane e professionali dello scienziato Ulisse Aldrovandi, del pomologo Giorgio Gallesio, del geografo Henry Desplanques e dei genetisti italiani che nella prima metà del XX° secolo “rivoluzionarono” la cultura del frumento in Italia (Nazareno Strampelli, Francesco Todaro, Marco Michahelles).

 Coltiviamo la Biodiversità 2017




Sessione I - Strumenti per la tutela e diffusione della biodiversità

Presentazione del Sistema Regionale di intervento sulla Agrobiodiversità. Il Servizio di Salvaguardia della Biodiversità regionale di interesse agrario ed il Registro Regionale delle varietà e razze locali a rischio di erosione genetica.

Luciano Concezzi, Area Innovazione e Ricerca 3A-PTA

Franco Garofalo, Giampietro Primieri, Sezione Agricoltura Sostenibile e di Qualità, Regione Umbria


Gestione Comunitaria della Biodiversità: verso un nuovo paradigma.

Riccardo Bocci, Rete Semi Rurali

 

Sessione II - Strumenti per la conoscenza della Biodiversità


L’analisi genetica per la Biodiversità. Caso di studio sulla caratterizzazione molecolare delle accessioni umbre di Pero.

Emidio Albertini, DSA3 Università degli Studi di Perugia

 

L’Atlante multimediale delle risorse genetiche iscritte al Registro Regionale

Velia Sartoretti, TeamDev

Mauro Gramaccia, Area Innovazione e Ricerca 3A-PTA

 

L’Atlante dei Fruttiferi Autoctoni Italiani

Carlo Fideghelli, già direttore dell’Istituto Sperimentale per la Frutticoltura di Roma

Franco Famiani, DSA3 Università degli Studi di Perugia

Isabella Dalla Ragione Fondazione Archeologia Arborea

Mauro Gramaccia, Area Innovazione e Ricerca 3A-PTA

 

Grani “antichi” e moderni. Aspetti salutistici e agronomici.

Stefano Benedettelli, Dip. di Scienze Produzioni Agroalimentari e dell'Ambiente, Università di Firenze

 

Recupero di varietà locali e storiche di grano in Umbria. L’esperienza del Progetto NutriGranBio

Vincenzo Vizioli, Presidente AIAB

Valeria Marsili, DCBB Università degli Studi di Perugia

Livia Polegri, Agronomo Libero Professionista

Renzo Torricelli, DSA3 Università degli Studi di Perugia



Interventi Programmati

 

Attività del DSA3 sui frumenti. La varietà di Orzo “Mix 48 popolazione”

Lorenzo Raggi, DSA3 Università degli Studi di Perugia

 L’impegno della Ditta Sementiera Arcoiris per la Biodiversità

Antonio Lo Fiego, Arcoiris