Pecora Appenninica


Descrizione

L’origine della razza si può far risalire alla fine del XIX secolo, quando vennero importati in Toscana, Umbria, Romagna, Marche e Abruzzo ovini di razza Bergamasca, una razza formatasi nell’Italia settentrionale probabilmente già dal V secolo. Questi soggetti furono incrociati con le popolazioni appenniniche preesistenti, al fine di intensificare la produzione di carne.

N° iscrizione: 5

Inserita il: 11 Novembre 2013

Famiglia: Bovidi, Cavicorni

Genere: Ovis

Specie: O. aries L.

Nome comune della razza: pecora appenninica

Sinonimi accertati: Vissana, Casentinese, Senese delle Crete, Barisciana, Pagliarola, Pomarancina, Perugina del Piano.

Rischio di erosione: minacciata

Area tradizionale di diffusione: Tutta la dorsale appenninica del Centro-Italia: Lazio, Marche, Umbria, Romagna, Abruzzo, in particolare le province di Forlì-Cesena, Ravenna, Firenze, Grosseto, Pisa, Siena, Perugia, Terni, Pesaro-Urbino, Rieti, Viterbo, Campobasso, Chieti, L’Aquila, Teramo.



Allegato:

Scheda completa