Fagiolo di Rosciano


Descrizione

Stando ai racconti del signor Damiano, ultimo agricoltore di questa varietà locale, il fagiolo veniva coltivato nella gola scavata dal Torrente Rosciano che attraversa i Comuni di Polino e Arrone. Il sig. Damiano ha coltivato e mantenuto nel tempo questo fagiolo nel suo orto in loc. Rosciano (Arrone, TR), proprio per le peculiari ed eccellenti caratteristiche organolettiche (molto buono, delicato, pastoso e con buccia fine).

La varietà è caratterizzata da un ciclo produttivo breve e pertanto tradizionalmente veniva seminata a seguito di una coltura autunno-vernina intorno al mese di giugno. In passato si seminava dopo il grano, ma ora non è più possibile perché tende a tonchiarsi.

Fagiolo a sviluppo indeterminato, caratterizzato da elevata vigoria vegetativa e buona produttività. Seme interamente bianco, di forma tondeggiante/ellittica.

N° iscrizione: 43

Inserita il: 3 settembre 2018

Famiglia: Fabaceae Lindl.


Genere:
Phaseolus L..

Specie: P. vulgaris L.

Nome comune della varietà: Fagiolo di Rosciano


Sinonimi accertati:
 Nessuno


Denominazioni errate o cadute in disuso:
 nessuno


Rischio di erosione:
 Alto

Area tradizionale di diffusione: Valle del Torrente Rosciano nei Comuni di Arrone e Polino (TR)


Luogo di conservazione ex situ
Banca del Germoplasma Regionale di specie erbacee da seme, gestita dal DSA3.



Allegato:

Scheda completa