Capra Facciuta della Valnerina


Descrizione

Le regioni dell'Italia centrale, al pari di quelle del nord, erano interessate da un diffuso allevamento caprino, che aveva portato alla selezione delle razze più adatte al particolare ambiente appenninico. Una di queste è una razza caprina caratteristica di un'area che gravita principalmente sulla Valnerina, nell'Umbria Meridionale, ma che è diffusa anche nelle attuali Marche, specialmente nel Camerinese, nella limitrofa Sabina e in alcune zone dell'Abruzzo Settentrionale. Si tratta della "Capra della Valnerina", conosciuta anche con altri nomi che fanno riferimento alla sua caratteristica più appariscente: due bande bianche sul muso. Questa razza, secondo varie testimonianze, era molto diffusa tanto nell'allevamento familiare di pochi capi, che nell'allevamento in gregge di medie proporzioni, in genere non oltre i trenta/cinquanta capi.

N° iscrizione: 35

Inserita il: 3 settembre 2018

Famiglia: Bovidae.

Genere: Capra L.

Specie: C. hircus L.

Nome comune della varietà: Capra Facciuta


Significato del nome comune della razza:
 Si riferisce alle righe bianche che ornano le guance degli animali


Sinonimi accertati:
 Rigatina, Facciuta Bianca, dalla Mascherina, Capra di Fematre, Capra del Monte Bove


Rischio di erosione:
 minacciata

Area tradizionale di diffusione: Comuni di Norcia, Cascia, Cerreto di Spoleto, Monteleone di Spoleto, Poggiodomo, Preci, Sant’Anatolia di Narco, Scheggino, Vallo di Nera, Arrone, Ferentillo, Narni, Spoleto, Campello sul Clitunno



Allegato:

Scheda completa