Normativa nazionale


Di seguito la Ratifica ed esecuzione del Trattato internazionale sulle risorse fitogenetiche per l’alimentazione e l’agricoltura, adottato dalla trentunesima riunione della Conferenza della FAO a Roma il 3 novembre 2001. Di particolare importanza l’art. 3, che di fatto demanda alle Regioni l’adempimento del Trattato.


 Ratifica ed esecuzione del Trattato internazionale sulle risorse fitogenetiche


Il Piano Nazionale per la Biodiversità di interesse Agricolo (PNBA), emanato dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e approvato il 14 Febbraio 2008 dalla Conferenza Stato-Regioni, dà avvio ad una strategia di lungo termine volta al coordinamento di azioni da realizzare a livello locale, in cui Stato ed Enti locali si impegnano, ognuno secondo le proprie competenze, alla preservazione ed alla valorizzazione delle risorse genetiche per l’alimentazione e l’agricoltura. 

 

 Piano Nazionale sulla biodiversità di interesse agricolo


In attuazione della prima fase del PNBA, un Gruppo di lavoro sulla Biodiversità Agraria (GlBA) composto da esperti e coordinato dalla FAO ha elaborato le “Linee guida per la conservazione in situ, on-farm ed ex situ della biodiversità animale, microbica e vegetale di interesse agrario”. Si tratta di tre distinti manuali, indirizzati alle Regioni/PPAA ed ai loro tecnici, da utilizzare come supporto alla realizzazione di azioni in favore della biodiversità agraria attraverso metodologie comuni, standardizzate e condivise.



Tutti i documenti relativi al PNBA sono consultabili al link: http://www.reterurale.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/9580


Legge Nazionale 194/2015 - Disposizioni per la tutela e la valorizzazione della biodiversità di interesse agricolo e alimentare 


Dal 2015, con la L. 194/2015, anche a livello nazionale è stato istituito un sistema di tutela e valorizzazione della biodiversità di interesse agricolo e alimentare che non si sostituisce a quelli regionali, ma si affianca ad essi, valorizzandone il lavoro sin qui svolto. La 194/2015 ha chiarito a livello nazionale alcuni aspetti rilevanti della tutela della Biodiversità di Interesse Agrario ed istituisce, per la prima volta in Italia:

l’Anagrafe nazionale della Biodiversità di Interesse Agricolo ed Alimentare,


La Rete Nazionale della Biodiversità di Interesse Agricolo ed Alimentare,


Il Portale Nazionale della Biodiversità di Interesse Agricolo ed Alimentare,


Gli Itinerari della Biodiversità di Interesse agricolo ed Alimentare,


Le Comunità del Cibo e della Biodiversità di Interesse agricolo ed Alimentare,


La Giornata Nazionale della Biodiversità di Interesse agricolo ed Alimentare, che si celebra il 20 maggio.