Roveja accessione di Civita di Cascia


Descrizione

La Roveja è un pisello selvatico anticamente coltivato soprattutto per l’alimentazione del bestiame, ma in aree difficili come quelle montane utilizzato anche per l’alimentazione umana. Testimonianza di questo uso sono alcuni toponimi (la “Fonte dei Rovegliari”) e alcune ricette rimaste nella tradizione culinaria (la “farrecchiata”).

L’abbandono generalizzato della coltura ne ha causato la quasi totale estinzione, facendola sopravvivere solo in forma selvatica, finché nel 1998 un’agricoltrice di Civita di Cascia, Silvana Crespi, ha cominciato a riprodurre nella sua azienda i semi ritrovati in cantina, integrandoli in seguito con semi raccolti dalle piante spontanee che crescevano in zona. Ora la coltura sta vivendo una fase di forte espansione anche in ambienti diversi da quello tradizionale.

N° iscrizione: 25

Inserita il: 25 maggio 2015

Famiglia:  Fabaceae

Genere: Pisum L.

Specie: P. sativum ssp. sativum var. arvense L. (POIR.)

Nome comune della varietà: Roveja accessione di Civita di Cascia

Rischio di erosione: medio

Area tradizionale di diffusione:  Sulla base delle testimonianze storiche il territorio tradizionale è da considerarsi quello che interessa i Comuni di Norcia, Cascia e Preci, in Provincia di Perugia.



Luogo di conservazione ex situBanca del germoplasma regionale di semi di specie erbacee, S. Andrea D’Agliano (PG).



Allegato:

Scheda completa